Perchè l’influenza arriva in inverno?

Che nei periodi invernali si prendano più spesso influenza e raffreddore è un dato di fatto. Più interessanti invece sono le ragioni per cui i virus influenzali si sviluppino e si diffondano più facilmente in inverno.

Alcuni studi hanno mostrato come le condizioni invernali di scarsa umidità (inferiore al 50%) e temperature molto fredde, aiuterebbero la trasmissione dell’influenza. Nello specifico l’aria asciutta facilita la disidratazione della mucosa nasale e indebolisce una delle prime barriere difensive del nostro organismo nei confronti dei virus respiratori favorendo così la proliferazione degli agenti patogeni all’interno del tratto respiratorio superiore. Inoltre in un luogo caratterizzato da aria secca, le micro particelle di saliva in cui è contenuto il virus hanno dimensioni ridotte, quindi sono molto più leggere e persistenti nell’aria e ciò aumenta la possibilità per le persone di venirne in contatto e sviluppare il virus. Al contrario in un ambiente umido la presenza di un maggiore tasso di acqua nell’aria appesantisce le goccioline respiratorie che decadono facilmente rimanendo sospese solo per un breve lasso di tempo.

Oltre al freddo e alla bassa umidità ci sarebbero altri fattori che agevolano la diffusione del virus dell’influenza durante il periodo invernale. In particolare cambiano le abitudini delle persone: se in estate si tende a trascorrere le giornate all’aria aperta, durante i mesi freddi i luoghi di ritrovo si trasferiscono al chiuso dove può essere molto più semplice entrare in contatto con gli agenti patogeni. Il virus che si trova nella saliva e nel muco delle vie respiratorie di persone influenzate, si trasmette facilmente per via aerea, per questo è molto importante lavarsi spesso e accuratamente le mani, soprattutto dopo essere stati in contatto con superfici non pulite e dopo aver starnutito e di arieggiare frequentemente le stanze in cui ci si trova per far cambiare aria.

I cambi di stagione sono sempre periodi delicati. I ripetuti sbalzi di temperatura e le continue alternanze meteorologiche mettono a dura prova il nostro organismo a partire dal sistema immunitario. Non a caso in questi frangenti, raffreddore, mal di gola e stati febbrili sono all’ordine del giorno. Con piccoli accorgimenti, però, è possibile ridurre al minimo la possibilità di contrarre un raffreddore o di soffrire di mal di gola.

Sempre valido è il consiglio di vestirsi a strati. In questo modo ci si protegge facilmente da sbalzi di temperatura, tipici dei cambiamenti stagionali. È preferibile scegliere le fibre naturali, come il cotone o la lana leggera, per lo strato direttamente a contatto con la pelle così da favorire la traspirazione ed evitare che il sudore si accumuli sulla pelle. Inoltre il capo che non dovrebbe mai mancare nell’outfit della mezza stagione è la sciarpa leggera importante alleata nel proteggere la gola nel passaggio da un ambiente caldo a uno freddo o da improvvisi venti freddi.

Come abbiamo detto in precedenza, durante i cambiamenti stagionali l’organismo deve adattarsi ai diversi contesti e condizioni climatiche. Per questo motivo deve essere supportato nel migliore dei modi attraverso una dieta sana, bilanciata e variata così da garantirgli tutti i nutrienti di cui ha bisogno per affrontare la mezza stagione. Per sostenere il nostro sistema immunitario attraverso l’alimentazione, è importante assumere giornalmente tutte le vitamine, i sali minerali e gli antiossidanti utili all’organismo, attraverso frutta, verdura, acqua e tanti altri cibi sani e gustosi come ad esempio i cereali integrali. In altre parole, per aiutare il nostro sistema immunitario durante il cambio di stagione ed evitare il più possibile situazioni sgradevoli come raffreddori, faringiti e influenza, oltre a mettere in pratica piccole accortezze nell’abbigliamento quotidiano è utile seguire una sana e variegata alimentazione. Mangiare ‘colorato’, insomma, può aiutarci molto: frutta e verdura color giallo-arancio, ricche di carotenoidi e vitamina C, color viola-blu, ricche di antocianine, a color rosso, ricche di licopene e antocianine e color verde per un pieno di  resveratrolo.

Noi di Alkemia prepariamo un integratore che aumenta le difese immunitarie, preparandoci all’arrivo dell’inverno. Si chiama Immuno, contiene astragalo immunostimolante e antivirale, echinacea antiobiotico e batteriostatico e rosa canina fonte naturale di vitamina C. Quando iniziare? Prima possibile. L’ideale è iniziare nelle prime settimane di Ottobre. Infatti sin dall’assunzione delle prime dosi si inizia ad avere un aumento della risposta immunitaria, ma è alla fine dell’intero ciclo di assunzione dei medicinali (in media 6 settimane) che si raggiunge la massima copertura. Scegli di vivere bene il tuo inverno!

Add Your Comment