Gli effetti benefici della vitamina D

Ci siamo mai fermati a riflettere dove passiamo gran parte della giornata? Casa, ufficio, palestra, auto. Tutti luoghi dove non veniamo a contatto con la luce del sole.

Il sole è un elemento fondamentale per la vita e la scarsa esposizione si ripercuote sul nostro stato di salute. Il sole, infatti, è alla base di molti processi biochimici tra cui la produzione di vitamina D. Tutto ha inizio a livello cutaneo dove le nostre cellule producono il 7-deidrocolesterolo che a contatto con i raggi solari si trasforma e da luogo alla vitamina d3 endogena.  Il 90% di vitamina D presente nel nostro corpo viene prodotta dall’esposizione solare; il 10% viene introdotto con la dieta, trasportata al fegato e ai reni dove viene trasformata nella sua forma biologicamente attiva: l’ormone calcitriolo responsabile a sua volta di una serie di processi fisiologici.

L’integrazione di vitamina D diventa fondamentale non solo per il benessere delle ossa, ma anche per la contrazione muscolare. Adeguati livelli di vitamina D favoriscono l’ingresso di calcio a livello muscolare necessaria per la contrazione.

Ma i suoi effetti benefici non finiscono qui!
Svolge azione immunomodulante, stimolando il nostro sistema immunitario; agisce a livello cardiovascolare regolando la pressione arteriosa e prevenendo l’aterosclerosi.
Recenti studi hanno messo in evidenza il ruolo della vitamina D nel controllo della secrezione di insulina e quindi nella prevenzione del diabete mellito, ma anche come antitumorale, grazie alla capacità di regolare la crescita cellulare e di inibire la replicazione delle cellule tumorali.
Ecco spiegata l’importanza di questa vitamina!

Ma quale forma di vitamina D dobbiamo scegliere per una giusta integrazione?
Esistono due forme: la vitamina D3 prodotta dall’uomo e dagli animali e la vitamina D2 prodotta dalle piante.
La forma D3 è la migliore da utilizzare per l’emivita, il trasporto e la biodisponibilità. Ne bastano solo 25 mcg al giorno per produrre l’ormone calcitriolo e svolgere le varie funzioni biologiche.

Ma se parliamo di vitamina D non possiamo dimenticare il magnesio, indispensabile per l’attivazione del metabolismo e il trasporto della vitamina stessa. Quindi se aumentiamo l’apporto di vitamina D dobbiamo aumentare l’apporto di magnesio in modo proporzionale.
La loro interazione è importante per il metabolismo del calcio: l’integrazione di vitamina D aumenta l’utilizzo di calcio da parte dell’organismo, ma in carenza di magnesio, il calcio non viene metabolizzato e si deposita nelle placche di colesterolo a volte presenti lungo le arterie. Il Magnesio stimola l’ormone calcitonina, aiuta a preservare le struttura ossea e diventa fondamentale nella prevenzione dell’osteoporosi e delle malattie cardiovascolari.

Recenti studi hanno messo in evidenza il ruolo svolto dai due nutrienti sul sistema immunitario e in particolare nel ciclo vitale delle cellule immunitarie come i linfociti T.
Inoltre la vitamina D svolge un ruolo fondamentale a livello muscolare, favorendo la contrazione. Il Magnesio, di contro, ne favorisce il rilassamento. Ne consegue che la risposta allo stress dipende dall’equilibrio tra calcio e magnesio. E’ molto importante assumere magnesio e vitamina D contemporaneamente per la loro azione sinergica svolta non solo a livello del sistema nervoso ma di tutto l’organismo.

Il modo migliore per assicurare il giusto apporto di vitamina D è produrla esponendoci al sole. Fare una passeggiata all’aria aperta in una bella giornata di sole può aiutarci. Ma nei mesi invernali siamo coperti dai vestiti e a rischio di carenza. Senza dimenticare che con il passare degli anni la pelle produce meno vitamina D e diventa necessaria la sua integrazione. Ad esempio l’olio di fegato di merluzzo è una fonte ricca di vitamina D, oltre al tonno, sgombro, salmone, arringhe, tuorlo d’uovo e fegato.
Ma la quantità contenuta nei cibi è troppo bassa e per compensare eventuali carenze bisogna assumere integratori alimentari specifici.

Noi abbiamo provato Magn-etico della Prodeco integratore a base di magnesio e vitamina D3. Il magnesio combatte la stanchezza e l’affaticamento e contribuisce alla funzionalità del sistema nervoso. La vitamina D3 favorisce, invece, l’assorbimento di calcio e fosforo e svolge un ruolo centrale nella contrazione muscolare. Bastano 1/2 bustine al dì a stomaco pieno; oppure la vitamina D di origine vegetale della Biosline prodotta dal lichene islandico, adatta anche a chi segue una dieta vegana.

Vieni a trovarci in parafarmacia Alkemia a Bologna, valuteremo insieme uno stile di vita adeguato, la rotazione degli alimenti e un’integrazione mirata a garantire un’apporto costante di questa vitamina fondamentale!

 

 

 

Add Your Comment